Torna alla Home
 
 

Si tratta di uno sport indoor  che si pratica all'interno di un campo delimitato da una sponda alta 20 cm. e grande approssimativamente come le dimensioni di un campo di Basket.
Si gioca 5 contro 5 e la squadra è composta da Mazze e Stick. Ogni compagine può avere al suo interno al massimo 3 componenti che per giocare utilizzano una mazza da Hockey, adeguata per dimensioni e peso  mentre il numero di stick è libero. Per “stick” si intendono quegli atleti che, avendo un tipo di handicap più grave, non sono in grado di maneggiare la mazza, e giocano grazie ad un’appendice in Teflon o Policarbonato, che fissano su entrambi i pedali dove appoggiano i piedi. Lo stick permette loro di venire a contatto con la pallina da gioco e poter così partecipare attivamente all'azione.

" lo stick "

" la mazza "

Rosa Aquile

Allenatore

 

Giuseppe

Migliaccio

Numero 

Mazze

13

Calogero

Accardi

8

Tagliavia

Francesco

11

Gennaro

Bernardo

 

Stick

7

Pitti

Salvatore

6

D'Amico

Salvatore

2
Cavarretta
Giovan Battista

10

Giannusa

Giovanni

Rosa Bartimeo

Allenatore

 

Damiano

Tarantino

Numero 

Mazze

Mancuso
Rosalia
Mazzola
Rosa
9
Janah
Hicham

Stick

Tarantino
Giuliana
Massimino
Francesca
4
Migliaccio
Maria Piera
Fabozzi
Valentina

Le Aquile di Palermo:
le biografie dei nostri ragazzi.

GIOVANNI GIANNUSA

Ha compiuto diciotto anni da pochissimo.
Dall'eta' di 12 anni è atleta delle aquile di palermo. E' un assiduo giocatore. difficilmente manca ad un allenamento. Stacca il telefono per non ricevere i messaggi di un possibile rinvio delle partite o degli allenamenti. dal 2002 è il portiere titolare e vice capitano delle aquile. e' stato tra i portieri d'italia che ha preso meno gol. Ha costretto il padre a fargli lo stick elettronico. E' originario di terrasini.

GIOVAN BATTISTA CAVARRETTA

HA 21 ANNI. Dal 2002 titolare delle Aquile.
E' l'esperto informatico del gruppo. Studia ingegneria informatica all'università.
La prima partita l'ha giocata ad Alcamo nel 2002. I suoi genitori non pensavano che si innamorasse immediatamente di questo sport. E' da quell'anno che Giovan Battista non manca mai ad un allenamento ed una partita ufficiale. Nel 2004 è stato convocato nella Nazionale Italiana come difensore. Le sue origini sono di Villabate. Ha partecipato al gruppo che è partito per Roma per assistere agli Europei di W.h.

FRANCESCO TAGLIAVIA

Ha 44 anni. Anch'egli amante di questo sport. Agli allenamenti viene coi mezzi pubblici. Indimenticabile il gol segnato al Napoli nel 2003 all'ultimo minuto di giuoco.Il suo hobby preferito è il canto. Corleone lo ricorda come partecipante al festival canoro "Voci Nuove" organizzato nell'anno 2003. Viene da Palermo.

GINO ACCARDI

E' il più anziano della squadra. Gioca nelle Aquile dal 2002. E' la punta più ricercata della squadra. E' stato molto attento a studiare i giocatori europei nel corso del campionato che si è svolto qualche mese fa a Roma. La sua scommessa è riuscire a vincere contro la Roma. Viene da Alcamo. Ha promesso di ritirarsi nel momento in cui le Aquile vinceranno un campionato nazionale.

SALVO PITTI

Dal 2002 è il capitano della squadra delle Aquile subentrato a Pietro Di Giglia, fondatore delle Aquile assieme al suo amico Piero Amato di Alcamo. Il suo ruolo di regista lo rende indispensabile in ogni partita. Ha una grande esperienza per avere giocato nelle aquile fin dal 1998. Vorrebbe fare una partita al giorno. Viene da Palermo.

DENNIS GENNARO

E' indigeno. Il prossimo anno raggiungerà la maggiore età. E' nel gruppo delle aquile dall'anno 2002. Amante dell'hockey . Per lui due partite al giorno sarebbero anche poche. Guida la sua nuova blandino come una FERRARI. Pretende che il padre - che si intende di meccanica - gli elabori la carrozzina. Studia Agraria e ha chiesto all'Ufficio del garante delle persone disabili di attivarsi perché nelle scuole venga introdotta la disciplina dell'Hockey su carrozzina elettrica.

VINCENZO FLORULLI

Ha superato da poco i 30 anni. Malgrado la sua non tenera età è la mascotte della squadra per la sua giovialità e simpatia. E' Sempre pronto a scherzare. E se scherzando ti dice qualcosa che per lui potrebbe essere offensiva, ti chiede immediatamente scusa. Considera l'hockey su carrozzina elettrica una bella e, purtroppo unica, occasione per stare assieme ai compagni. Questo gli basta e si accontenta , quindi, di fare la riserva a tempo indeterminato nella squadra. Conosce tutte le canzoni degli anni 60. Anch'egli viene da Palermo.

GIUSEPPE MASI

Ha superato anche lui i quaranta. Ha scoperto l'hockey nel 2004. Si è innamorato subito di questo sport. Il suo carattere riflessivo lo ha portato a svolgere i primi tentativi per introdurre nella squadra delle aquile un tipo di giuoco geometrico. Per questo è stato particolarmente attento a studiare la squadra Olandese nel corso dei campionati dEuropei che si sono svolti quest'anno. Ques'ultima squadra che poi ha vinto il campionato, infatti, ha realizzato proprio quel gioco fatto di schemi e geometrie varie che lui ha in mente. Viene da Palermo.

SALVATORE GIPPETTO

Ha quindici anni. Si è inserito da un mese nel gruppo. Questa è la sua prima partita ufficiale ancorché amichevole. Si muove in sedia manuale. Cio non l'ha fatto desistere però dal partecipare alla gara di gimkana veloce che è stata svolta dalle Aquile a S.Giuseppe Jato il 17 luglio scorso. In quell'occasione ha fatto il miglior tempo superando i suoi velocisti di W.H. Viene anch'egli da Palermo.


MICHELE DI MATTIA

La lontananza dalla Città non gli ha consentito di realizzare il suo proposito di divenire a tempo pieno atleta delle Aquile. Ha detto, infatti, che questo sport gli piace e lo affascina .Oggi per la seconda volta veste la maglia delle aquile. Quest'anno gioca però con una carrozzina all'altezza della situazione.
Ha molta voglia di imparare a giocare ed oggi ci dimostrerà il suo talento anche se da perfezionare.
E' il secondo giocatore locale.

FRANCESCO DI CHIARA

Anche lui ha superato i trenta. Si è inserito di recente nella squadra e lo ha fatto per "amore". Si, avete capito proprio bene, perché volendo stare sempre assieme alla propria ragazza che gioca nelle Bartimeo Eagles, si è dotato di carrozzina elettrica ed è divenuto giocatore delle Aquile. Anche per Lui, quindi, quella di oggi è la primissima partita a cui partecipa. Dalla sua ha il fatto che ha potuto verificare come si gioca ad altissimi livelli a W.H. avendo assistito a tutte le partite degli Europei a Roma.Abita a S.Martino delle Scale.

Mister delle aquile: Giuseppe Migliaccio.

altri giocatori:


Salvatore D'Amico


janah Hicham

 

ufficio del garante della persona disabile
ufficio del garante della persona disabile
Primo Trofeo Aquile
1° Trofeo Aquile
campagne di sensibilizzazione
articoli importanti
articoli importanti
le news
le novità
il calendario delle nostre gare
il calendario delle nostre gare
il nostro cv
la nostra storia attraverso le nostre attività
le leggi che ci riguardono
le leggi che ci riguardono
i nostri manifesti
la nostra rassegna stampa
i nostri link
i nostri link
i nostri manifesti
i nostri manifesti
le nostre gallerie fotografiche
le nostre gallerie fotografiche
il campionato europeo di roma 2005
il campionato europeo di roma 2005
i nostri giocatori
le aquile di bartimeo
le aquile di bartimeo
progetti
tecnologia per disabili
tappa olandese della nazionale italiana di W.H.L.
trasferte nazionali ed internazionali
trasferte nazionali ed internazionali
 
 ^ inizio pagina