• I nostri Fan

  • La squadra delle fasi finali FIWH 2014

  • PROMOZIONE IN A1

  • I nostri atleti

  • Emozioni

  • Promozione del GARANTE DELLA PERSONA DISABILE

  • Giornate aperte alle diverseabilità

  • Trofeo Aquile

L’associazione AQUILE DI PALERMO  si propone di perseguire la finalità di integrazione  sociale della persona disabile grave e gravissima  anche e soprattutto attraverso la pratica dello sport. 

      I soci fondatori, genitori e ragazzi affetti da Distrofia Muscolare, sulla base della propria esperienza,  hanno concordemente considerato lo sport dell’Hochey su carrozzina elettrica un valido (ed a volte unico e determinante) strumento di integrazione sociale della persona disabile. Perciò hanno posto fra i principali obiettivi della nuova associazione: 

  • di realizzare la promozione e la diffusione nell’ambito della Regione Sicilia dell’attività sportiva agonistica-dilettantistica di Wheelchair Hockey (hockey su carrozzina elettrica), attività sportiva praticata prevalentemente da persone disabili affette da distrofie muscolari e, in ogni modo, da persone con capacità motorie sensibilmente ridotte;

       Inoltre,  l’Associazione, sotto il profilo culturale, ha posto fra i suoi obiettivi:

 

Collaborazione dell’ASD pro H “Aquile di Palermo” Onlus con il Centro NEMO di Messina.

 

 Il Centro Clinico NEMOSUD  e  l’ASD pro H “Aquile di Palermo” Onlus hanno stretto una collaborazione  nella conduzione di uno studio clinico volto ad analizzare i benefici indotti dalla pratica dello sport del WH. in pazienti affetti da malattie neuromuscolari.  Ieri 10 novembre 2017 è stato dato avvio al progetto e gli operatori del Centro hanno avuto modo di assistere all’allenamento delle AQUILE e di fare la conoscenza di buona parte degli atleti.

Dice la dott. ssa Claudia Stancanelli, del Centro Nemo di Messina, che tutti gli operatori coinvolti  credono molto in questo progetto  ed avere il  supporto della  squadra di hockey su carrozzina elettrica delle Aquile di Palermo è per loro  motivo di orgoglio. Da parte delle Aquile,  il Presidente Salvatore Di Giglia, afferma che è doveroso per chi opera nel campo del no-profit contribuire, a vari livelli, allo sviluppo della ricerca scientifica in materia di malattie neuromuscolari e collaborare con autorevoli istituti  di ricerca come il Centro clinico NEMO per sviluppare  terapie complementari in favore di atleti-pazienti con tali patologie.

 rappresentativa delle Aquile con operatori Centro Nemo Messina

 

Nella foto alcuni rappresntatnti delle Aquile di Palermo con gli operatori del Centro Nemo di Messina

Palermo 30-01-2016 Salvatore Di Giglia

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando sul pulsante 'Accetta' acconsenti all'utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sul pulsante 'Più info'